Collaborazioni a testi. Estratti

In questa pagina sono presentate le collaborazioni a testi. Estratti da libri o riviste del professore Sergio Dalmasso.

Il “Presente e la Storia” è una pubblicazione dell’Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo.

Ristampa nel Quaderno CIPEC N. 60; vedi per approfondire.

I Magnacucchi

PIER PAOLO POGGIO (a cura di), Una storia ad alto rischio. L’Acna e la Valle Bormida, Edizioni Gruppo Abele, Torino, 1996, pp. 256, 17×24 cm. Introduzione di Pier Paolo Poggio. Contributi di: Bruno Bruna, Maddalena Colombo, Sergio Dalmasso, Luigi Mara, Giorgio Nebbia, Pier Paolo Poggio, Luciana Ziruolo.

Il lungo decennio. L'Italia prima del 68 a Curda ci C. Adagio, R. Cerrato, S. Urso

N. Fasano, M. Renosio (a cura di), I giovani e la politica, il lungo ’68, Torino, ed. gruppo Abele, 2002.

I giovani e la politica: Il lungo '68 a cura di Nicoletta Fasano e Mario Renosio

Per una societa' diversamente ricca. Scritti in onore di Riccardo Lombardi. A cura di Andrea Ricciardi e Giovanni Scirocco con prefazione di Nerio Nesi

Anno domini 1968. L'immaginazione che voleva il potere

Anno Domini 1968
L’immaginazione che voleva il potere
A più di un quarto di secolo, il giudizio sul Sessantotto è ancora assai controverso: fu uno psicodramma collettivo, mediante il quale si diede libero sfogo ai sentimenti repressi (Aron)? Oppure rappresentò un ritorno esplosivo alle ideologie utopistiche precedenti le rivoluzioni del 1848 (Touraine)? Furono anni di sogno oppure di piombo? Anche in sede storica il ’68 sembra essere proteiforme, un’autentica «epifania della molteplicità» (Eco). Sia per chi l’ha vissuto sia per chi non l’ha conosciuto direttamente, il ’68 si colloca in un immaginario collettivo entro il quale si ripresenta come un «enigma» dai molti volti, irriducibili ad una sola immagine che finirebbe per tradire la feconda e caotica capacità eruttiva.
Di tale complessità tenta di dare conto il presente volumetto, mediante una molteplicità di approcci curati da studiosi, testimoni e protagonisti del ’68, da Joan Baez a Mario Capanna, da Furio Colombo a Sergio Dalmasso, da Francesco Guccini a Fabio Minazzi a Zeynep Oral.

Questo volume raccoglie gli studi che un gruppo di amici ha voluto dedicare a Rocco Cerrato, vice presidente della Fondazione Romolo Murri di Urbino, suggeritore di molte iniziative e attività della medesima fondazione; dall’inizio degli anni Novanta propugnatore e propulsore del progetto di ricerca sul dissenso cattolico e della raccolta della documentazione sui movimenti di riforma avviati non senza difficoltà; riorganizzatore dell’Archivio storico della Cisl di Bologna e, soprattutto, dell’Archivio Marco Pezzi, sempre di Bologna, sui movimenti del ’68.

Manicomio, società e psichiatria

Ludovico Geymonat. Un maestro del novecento. Il filosofo, il partigiano e il docente

Enti locali: l’esperienza piemontese, in AA. VV., La crisi del capitalismo, le ragioni del comunismo, Roma, Derive e approdi, 2009.

Ciao Rocco (10 anni vissuti di corsa), intervista ad Alberto Deambrogio, in AA. VV., Rocco, l’operaio della politica, Torino, La grafica nuova, 2009.

Il cinema a Cuneo, Cinema Monviso

Bartolomeo Vanzetti, anarchico, dall'esecuzione alla riabilitazione

Vittorio Rieser. Intellettuale militante di classe

Il volume raccoglie contributi di Goffredo Fofi, Giovanni Mottura, Francesco Ciafaloni, Liliana Lanzardo, Bianca Beccalli, Sergio Dalmasso, Maria Grazia Meriggi, Riccardo Barbero, Diego Giachetti, Luigi Vinci, Franco Calamida, Gian Carlo Cerruti, Franco Garetti, Vanna Lorenzoni, Luigi Sartirano, Toni Ferigo, Beppe Bivanti, Piero Di Siena, Giuseppe Fiorani, Riccardo Bellofiore, Dario Fontana, Matteo Gaddi. Con due poesie di Franco Fortini. In appendice scritti scelti di Vittorio Rieser.